lunedì 15 agosto 2022

Fwd: il VIOLINO di Noè in esposizione in Spiaggia GIT GRADO: Un'opera unica al mondo di un fascino e di un'eleganza

 

“Grado una sinfonia di Vacanza” è questo lo slogan di un’elegante vacanza da trascorrere sulla dorata e attrezzata spiaggia principale dell’isola del sole. Per celebrare i 130 anni di storia di vocazione turistica, la Grado Impianti Turistici, ha deciso di regalare agli ospiti che transitano in questi giorni, dall’Ingresso Principale della spiaggia, la visione di un capolavoro. Una imbarcazione a forma di violino, un'opera unica al mondo di un fascino e di un'eleganza.

Italiani: popolo di santi, musicisti e navigatori. Ma anche di liutai e di maestri d’ascia. E cosa accade quando queste ultime due professioni di elevata tradizione si uniscono? Semplicemente un miracolo: il Violino di Noè, arte al quadrato! Un sogno? Forse sì perché un violino di dodici metri che naviga nel mare non si era mai visto, tutto ciò diventa reale grazie al “Violino di Noè”.  


Il merito va all’artista veneziano Livio De Marchi che ha avuto questa straordinaria idea che la scorsa settimana ha suscitato l’ammirazione di migliaia di persone le quali hanno assistito e applaudito il concerto nel porto Mandracchio di Grado con l’esibizione dei solisti veneziani con le Quattro stagioni di Vivaldi. 

Il Violino di Noè è una imbarcazione a forma di violino nata dall’idea geniale dello scultore veneziano Livio De Marchi: il monumentale strumento galleggiante misura 12,5 metri di lunghezza per 4 di larghezza ed uno di altezza. Qualche tempo fa, prima di Grado, ha fatto bella mostra di sé lungo il Canal Grande, da Ca’ Farsetti a Palazzo Grassi e poi da Palazzo Guggenheim a Punta della Dogana con la “benedizione” davanti alla Chiesa della Madonna della Salute.

“Come Noè mise gli animali a bordo dell’Arca per salvarli, noi diffonderemo l’arte attraverso la musica su questo violino”, ha aggiunto De Marchi. Il Violino Noè è dedicato alle persone care scomparse per la pandemia. Vuole essere soprattutto un omaggio alla rinascita. Trasporterà ovunque bellezza, musica, arte, artigianato, cultura”. 

Per realizzare il Violino ci sono volute oltre 800 di lavoro negli ex Cantieri Lucchese della Giudecca, dove le maestranze del Consorzio Venezia Sviluppo lo hanno completato, unendo sapientemente acciaio e diverse essenze lignee: rovere, mogano, abete, larice, tiglio, ciliegio.

Un lavoro di squadra che ha dato vita al primo violino galleggiante della storia umana.


La tappa a Grado rappresenta il primo viaggio dove “Il Violino di Noè” - richiesto ormai in tutto il mondo – ha lasciato Venezia per render omaggio a Grado – madre di Venezia. Ma non solo.

La scelta preferenziale di Grado a qualsiasi altra località è legata all’amore che il costruttore, Livio De Marchi, nutre per l’isola, sua seconda casa e luogo di ispirazioni per i sui incredibili progetti, dalla famosa scrivania di libri che tutti abbiamo visto nella trasmissione “Quark” di Piero Angela, alla “Vespa” in legno di rovere che oggi è esposta al MOMA Museum di New York.  Oggi il Violino, grazie alla lungimiranza e ospitalità del Presidente della GIT, Roberto Marin e dall’Art Director di Musica a 4 stelle il maestro Giorgio Tortora, si può ammirare all’ingresso della spiaggia GIT dove il Selfie è d’obbligo dal momento che il Violino è pronto a salpare.

www.gradoit.it

(l.t.)


GRADO IMPIANTI TURISTICI SpA


venerdì 12 agosto 2022

Tribute to Beatles - band Help in Gradež 21.8.

 TISKOVNO POROČILO




ENKRATNI GLASBENI SPEKTAKEL V GRADEŽU

s skupino HELP! - A BEATLES TRIBUTE

Nedelja, 21. avgusta 2022 ob 21.00

pri jezu Nazario Sauro v Gradežu (Gorica)



 Po nadvse uspelem julijskem koncertu v Areni Alpe Adria v Lignanu, se bo skupina Help iz Kranja tokrat predstavila v Gradežu. V nedeljo, 21. avgusta 2022 ob 21.00 uri, bomo namreč pri jezu Nazario Sauro v Gradežu, ponovno priča enkratnemu glasbenemu spektaklu priznane slovenske skupine »Help! – A Beatles tribute, ki se nam bo  predstavila na peščeni plaži  z največjimi uspešnicami legendarne britanske pop in rock skupine The Beatles iz Liverpoola.


Slovenska cover Beatles skupina se je v prejšnjih sezonah redno in nadvse uspešno predstavila na Goriškem (najprej v Kulturnem domu v Gorici, nato v Pevmi in Ronkah). S koncertom v Gradežu se bo tokrat nadaljevala njena letošnja poletna turneja po severni Italiji, oz. po Evropi. Po Gradežu se bodo namreč mladi in nadvse talentirani »helpci« predstavili še ob Gardskem jezeru, v Nemčiji, Franciji in na Holandskem.


»Help! A Beatles Tribute band« slovi kot eden najboljših bendov, saj s svojo avtentično kostumografijo, inštrumenti, pozornostjo za detajle in energičnim nastopom vedno znova pričarajo vzdušje zlatih časov ikoničnih Beatlov! Zaigrali in odpeli bodo največje hite Beatlov, od zgodnjih klasik,kkl do pesmi iz kasnejše ustvarjalne dobe: I Want to Hold Your Hand, She Loves You, Yesterday, You Can't Buy Me Love, Here Comes the Sun, Hey Jude in mnoge druge! In kot pravijo člani skupine Help: »Pridružite se nam in skupaj z nami proslavite in pričarajte spektakel, ki nas bo popeljal skozi čas zlatih šestdesetih!«


Vstop prost.


Koncert v Gradežu prirejata Odborništvo za kulturo občine Gradež in združenje Assoeventi, v sodelovanju s Kulturnim domom iz Gorice in kulturno zadrugo Maja iz Gorice (»Across the border 2022«), s pokroviteljstvom Dežele Furlanije Julijske krajine.



RITORNA IL FESTIVAL MONDIALE DEL FOLKLORE A GORIZIA CON LA 50^ EDIZIONE - COMUNICATO E IMMAGINI

 RITORNA IL FESTIVAL MONDIALE DEL FOLKLORE A GORIZIA CON LA 50^ EDIZIONE



Il programma dal 25 al 28 Agosto, nove gruppi da ogni angolo del globo in vista della Capitale europea della Cultura 2025.






Il Festival Mondiale del Folklore è ai nastri di partenza. Il tanto atteso appuntamento di Gorizia quest’anno torna in grande stile dal 25 al 28 agosto, festeggiando 50 anni. “Esprimo grande emozione per questa edizione - commenta Stefano Minniti, presidente dell’associazione Etnos Odv che cura il Festival - che incorona anni di duro lavoro. Riportiamo la kermesse in Piazza Battisti, dopo le restrizioni degli anni scorsi a causa della pandemia. Avremo tanti ospiti, arrivati da tutto il mondo per raccontare le tradizioni dei loro Paesi”. L’evento si svolge in collaborazione con Comune di Gorizia e Pro Loco Gorizia.


L’evento porterà in riva all’Isonzo i colori del mondo con i gruppi folkloristici che segneranno sempre più il cammino verso la Capitale europea della cultura 2025. Proprio questo aspetto sarà centrale nel corso della quattro giorni, con un evento speciale in Piazza della Transalpina che vedrà protagonisti gli Sbandieratori di San Gemini alle 10, mentre alle 11 i Giardini Pubblici di Corso Verdi accoglieranno la Goriški pihalni orkester di Nova Gorica e la compagnia artistica “AAINJAA”.


La festa sarà inaugurata, dopo una piccola anteprima nell’area pedonale di Corso Verdi con animazione e balli, la sera di Giovedì 25 Agosto alle 20.30 nella ritrovata Piazza Cesare Battisti, con il concerto dei Freevoices. A segnare la prima serata sarà anche la presenza dei gruppi Santa Gorizia, i Danzerini di Lucinico e Michele Grion di Capriva che si esibiranno insieme a suggellare l’importanza della 50a edizione. A seguire gli altri ospit: i gruppi “Bagrati” di Kutais (Georgia), “Fontanavecchia” di Casalduni (Benevento), “AAINJAA” di Bogotà (Colombia) e “Aborigen” di Montevideo (Uruguay). 


Venerdì 26 Agosto inizierà con le attività alle 17.30 in Corso Verdi, per poi tornare in Piazza Battisti alle 20.30 con la musica irlandese dal vivo dei Wooden Legs. Alle 21.30, spazio al resto delle realtà giunte a Gorizia dai quattro angoli del mondo: i gruppi “Bacnarè” di Pernambuco (Brasile), “Mirko Srzentic” di Podgorica (Montenegro), Te Mātārae i Ōrehu di Rotorua (Nuova Zelanda) e “Bana Bana Ba Ntogwa” di Gaborone (Botswana). Sabato 27 Agosto, alle 9 in Sala Dora Bassi, il tradizionale convegno che quest’anno sarà dedicato a “Il ruolo dei festival per la conoscenza del Patrimonio culturale immateriale”.


Il pomeriggio, sempre dalle 17.30, sarà arricchito dagli Sbandieratori di San Gemini nell’area pedonale di Corso Verdi, per concludere dalle 20.30 in Piazza Battisti con le esibizioni tutti i gruppi. L’indomani, Domenica 28 Agosto, il clou della manifestazione già dalla mattina con gli appuntamenti sul confine e ai Giardini Pubblici di Corso Verdi. Proprio da lì, dalle 12 partirà una prima sfilata che riempirà il centro storico con musica, balli e costumi popolari. Il punto di arrivo sarà il Parco del Municipio, dove avverrà lo scambio di doni. Alle 17.30, ecco la tanto attesa parata da Parco della Rimembranza, risalendo Corso Italia fino in Piazza Battisti.


Arrivati qui alle 19, ci sarà la cerimonia conclusiva con l’assegnazione dei diversi riconoscimenti ai partecipanti, a partire dall’Oscar del Folklore ma anche Memorial Sergio Piemonti, Premio Tullio Tentori e Premio Simpatia. Infine, alle 21, il Gran galà con tutti i gruppi per salutarsi alla prossima edizione. Nel corso delle giornate, inoltre, ci saranno diversi eventi collaterali al festival, anche prima del suo inizio. Tra questi, il 17 Agosto sarà inaugurata la mostra fotografica che racconta questo primo mezzo secolo di vita della kermesse attraverso gli scatti dell’associazione Mitteldream ArteGorizia, presso La Cicchetteria di via Petrarca, 3.


Domenica 28 Agosto, l’associazione Nuovo Lavoro organizzerà il mercatino presso i Giardini, mentre per tutta la durata della manifestazione il foyer del Teatro Verdi ospiterà un Infopoint dedicato e l’esposizione di pannelli sugli strumenti musicali tradizionali, a cura del Movimento Giovani del Cioff. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero, nel rispetto delle normative Covid vigenti.


IDESIGNATO IL NUOVO CDA DEL CONSORZIO UNIVERSITARIO

 COMUNE DI GORIZIA


Comunicato stampa


CONSORZIO UNIVERSITARIO, DESIGNATO IL NUOVO CDA

Ziberna e Gatta:

“forte impegno per migliorare e ampliare offerta formativa e servizi”

“proseguiremo l’ascolto e il coinvolgimento degli studenti anche per “Go!2025””

 

Il Consorzio per lo sviluppo del polo universitario di Gorizia ha un nuovo consiglio di amministrazione. Sarà composto da Sergio Orzan, designato come presidente dal Comune, Roberto Manzocco, Giacomina Danelli, Anila Tozaj e Alessandro Vittoria. Sia la nomina del presidente sia quella dei consiglieri dovrà essere ratificata dall’assemblea dei soci formata dallo stesso Comune, che detiene il 90% e dalla Camera di commercio.

“Abbiamo voluto rinnovare subito anche i vertici di questa realtà- rimarcano il sindaco, Rodolfo Ziberna e l’assessore alle politiche universitarie, Chiara Gatta-, perché ripartire immediatamente con il lavoro di miglioramento e di ampliamento dell’offerta formativa degli atenei di Udine e Trieste, lavoro che ha già prodotto importanti risultati con l’attivazione di nuovi, eccellenti corsi e la riapertura del servizio ristoro, oltre a un incremento di altri servizi”. A questo proposito viene ricordato che i due nuovi percorsi universitari, Assistenza Sanitaria e Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro. “a regime, attrarranno nella sede isontina almeno 180 studenti che potranno usufruire di ampi spazi e servizi per studio, ricerca, ristoro e socializzazione. La decisione di spostare i due corsi a Gorizia risponde anche all’esigenza di ASUGI e Regione FVG di integrare a livello locale l’offerta di alta formazione sanitaria, preparando professionisti che potranno svolgere anche i tirocini formativi nelle strutture territoriali della zona”.

Inoltre è già stato attivato l’iter per attivazione di nuovi master, fra cui Economia circolare – Ciclo integrato dei rifiuti” di particolare rilevanza in questo momento storico.

Ziberna e Gatta evidenziano, peraltro, come il territorio, grazie anche alla posizione geografica e al titolo di Capitale europea della cultura, stia diventando sempre più interessante anche sotto l’aspetto universitario. “Con le associazioni studentesche abbiamo gia avviato un dialogo che sarà senz’altro ulteriormente sviluppato in futuro per un coinvolgimento in “Go!2025” anche in termini lavorativi oltre che di studio dei ragazzi - rimarcano sindaco e assessore oltre naturalmente alla realizzazione di progetti legati a CapitalGo con le due università.Dobbiamo sottolineare anche l’interesse da parte di studenti provenienti da diverse realtà a partecipare a bandi e progetti che vedono al centro la città. Quindi ci sarà un impegno ancora più forte per far crescere la Gorizia universitaria, facendola diventante protagonista del futuro della nostra città e in questo auspichiamo il coinvolgimento di tutte le realtà cittadine. A questo proposito vfacendola diventante protagonista del futuro della nostra città e in questo auspichiamo il coinvolgimento di tutte le realtà cittadine. A questo proposito vfacendola diventante protagonista del futuro della nostra città e in questo auspichiamo il coinvolgimento di tutte le realtà cittadine. A questo proposito vorremmo evidenziare il fondamentale ruolo avuto in questi anni dalla Cciaa per lo sviluppo dell'Università a Gorizia e saremmo ben lieti se volesse rientrare nella governance del consorzio universitario". 

mercoledì 10 agosto 2022

Fwd: TIARE SUMMER EMOTIONS: domani 11 agosto alle 21 la cover band EXES accende il palco dell'arena esterna al Tiare Shopping di Villesse (GO). Ingresso libero.

 TIARE SUMMER EMOTIONS:

MUSICA, SPETTACOLI E SPORT RIEMPIONO L’ESTATE 2022!

 

Domani giovedì 11 agosto alle 21 appuntamento con la 
cover band EXES nell’arena estiva di Villesse.
Ingresso libero e consumazione in omaggio per i primi 200 spettatori.

 

Continuano gli eventi del ricco calendario di Tiare Summer Emotions organizzati nella nuova arena esterna in Località Maranuz, 2 a Villesse (GO).

 

Domani giovedì 11 agosto a partire dalle 21 appuntamento gratuito con il gruppo EXES, una delle cover band più conosciute in Friuli Venezia Giulia - ma non solo - sinonimo di uno spettacolo che fonde il coinvolgimento del pubblico presente a una proposta artistica unica nel suo genere. 

 

Da oltre 15 anni presente sui migliori palchi d'Italia, la band friulana è stata protagonista in oltre 2.000 feste di piazza con uno show in cui il pubblico riceve tutta l'energia della musica live. L'idea dei cinque musicisti di grande esperienza che la compongono, infatti, è quella di proporre uno spettacolo alternativo al tradizionale live dove il pubblico ne diventa parte integrante grazie alla voce di Max Panico, la chitarra di Gianluca Pavan, il basso di Max Gelsi, le tastiere di Luca Valeriani e la batteria di Carlo Amendola.

 

Attenzione! Lo stesso giorno del concerto, i primi 200 spettatori che si presentano all'Infopoint del Tiare Shopping dalle 19:00 alle 20:00 riceveranno un ticket che dà diritto a una consumazione in omaggio da ritirare al chiosco situato all'interno dell’arena estiva a partire dalle ore 20:30.

 

Per quest'evento, oltre ai canonici chioschi “food & drink”, l'allestimento di Tiare Summer Emotions prevede, per chi ne avesse bisogno, delle postazioni a sedere e un'area disabili

 

Prossimi appuntamenti con gli eventi speciali: il 12 agosto con Zelig, il 16 agosto con Vipers Queen, il 20 agosto con Miami e Schiuma Party il 26 agosto con DJ Franchino, il 27 agosto con Random - Una Festa a caso, il 28 agosto Electro - musica elettronica con special guest surprise e gran finale il 31 agosto per ripercorrere, in compagnia di Radio Company, la carriera di Ivana Spagna dagli anni ‘80 a oggi. 

 

Tiare Summer Emotions è la nuova area esterna che il Meeting Place Tiare Shopping di Villesse (GO) ha inaugurato come ideale continuazione dello spazio di intrattenimento interno offerto da EmotionHall, la grande arena immersiva aperta ufficialmente a gennaio 2021. Situata vicino all’Area Fitness, parcheggio esterno nella zona Porta Tiare ospita un ricco calendario di eventi serali di intrattenimento che spaziano dai corsi di zumba a comedy show fino ad arrivare a concerti che vedono protagonisti anche artisti internazionali. 

 

 

Fwd: LETTERA APERTA AL MINISTRO DELL'INTERNO

 Lettera aperta



AL SIGNOR MINISTRO DELL’INTERNO
PREFETTO LUCIANA LAMORGESE
PIAZZA DEL VIMINALE, 1
ROMA – 00184
gabinetto.ministro@pec.interno.it


E per conoscenza

AL SIGNOR
CAPO DELLA POLIZIA
DIRETTORE GENERALE
DELLA PUBBLICA SICUREZZA
PREFETTO LAMBERTI GIANNINI
PIAZZA DEL VIMINALE, 1
ROMA – 00184
dipps.segreteriacapopolizia.rm@pecps.interno.it


SPETT.LE DOTT.SSA MARIA DE BARTOLOMEIS
DIRETTORE UFFICIO RAPPORTI SINDACALI
DIPARTIMENTO DI P.S.
ROMA 00184
ufficio.relazioni.sindacali.ps@interno.it



Signor ministro,


Gli sbarchi di migranti in Italia dall'inizio dell'anno sono circa 39.285, ad oggi sul territorio italiano risiedono cinque milioni e 193 mila stranieri, numeri aumentati a dismisura rispetto agli anni precedenti. Numeri signor ministro Lamorgese che lasciano sgomento fino al punto da pensare ad una strisciante invasione del nostro Paese.


 


Signor ministro


lei certamente è edotta che i nostri nonni, i nostri padri ecc. moltissimi anni addietro sono emigrati in America, Germania, Canada ecc. in cerca di un lavoro dignitoso con il fine di garantire un pasto a mogli  e figli restati in Italia. Giammai sono emigrati in clandestinità e una volta giunti nel Paese ospitante, si sono comportati da persone perbene. Non hanno stuprato donne, non hanno rubato, rapinato, commesso omicidi ecc., hanno lavorato sodo per garantire la sopravvivenza a mogli e figli lasciti in Italia. Certo signor ministro, qualche mosca bianca che si è macchiata di atti delittuosi c’è stata. Ma da noi signor ministro, le mosche bianche (molti irregolari) che si sono macchiate ed hanno perpetrato fatti criminosi  sono molto di più così come lo sono gli atti criminosi commessi. 


Signor ministro


da quando lei è alla guida del Viminale è sotto gli occhi di tutti che gli sbarchi di stranieri irregolari che approdano nei nostri porti sono aumentati ed aumentano tutt’ora a dismisura. Più volte signor ministro il LI.SI.PO. “Libero Sindacato di Polizia” ha chiesto  ai vertici del Ministero dell’interno ed anche a lei, di chiudere i nostri porti in modo tale da fermare quella che a giudizio del LI.SI.PO. somiglia sempre più ad una invasione del nostro Paese. 


Signor ministro, 


tutti questi svariati milioni di stranieri che risiedono in Italia costano non poco alle casse dello Stato italiano perché come è giusto che sia, lo Stato italiano assicura a costoro: vitto, alloggio e paghetta pertanto i costi sono elevatissimi. Molti di questi percepiscono anche l’assegno sociale ed altre forme di prestazioni economiche. Di contro signor ministro Lamorgese, svariati milioni di italiani non hanno un lavoro e non hanno alcun sostentamento, non hanno nemmeno una casa e molti dormono per strada, come materasso hanno l’asfalto, come coperta “le stelle”. Solo una piccola parte di essi riceve il reddito di cittadinanza. 


Signor ministro Lamorgese


ha giudizio del LI.SI.PO. “Libero Sindacato di Polizia” la sua gestione alla guida del Viminale, malgrado tutto il suo impegno non ha brillato.

Distinti saluti.


Fwd: Alpe Adria Puppet Festival 2022: dal 20 agosto al 4 settembre, fra Friuli Venezia Giulia e Slovenia, arriva il Teatro di Figura internazionale

 image.png

ALPE ADRIA PUPPET FESTIVAL

IL TEATRO DI FIGURA INTERNAZIONALE, FRA ITALIA E SLOVENIA

 

Dal 20 agosto al 4 settembre arriva la 31° edizione dell’appuntamento transfrontaliero per eccellenza 

con spettacoli per tutte le età, provenienti da tutta Europa

 

È pronta ai blocchi di partenza la 31° edizione dell’Alpe Adria Puppet Festival, uno degli appuntamenti di teatro transfrontaliero più longevi fra Italia e Slovenia, che si propone di offrire al pubblico gli spettacoli più interessanti prodotti nella regione dell’Alpe Adria e più in generale in Europa.

Fra il 20 agosto e il 4 settembre, con tappe a Muggia, Grado, Aquileia, Gorizia e Nova Gorica, il territorio sarà animato da tante proposte teatrali interessanti e alternative, per tutte le fasce d’età e per tutti i gusti. Se da sempre, infatti, obiettivo del Festival è quello di far conoscere il teatro di figura oltre alla concezione classica del “teatro di burattini e marionette”, negli ultimi anni questa attività si è amplificata ulteriormente con l’avvio del progetto europeo Puppet & Design, tanto che la sezione Gorizia-Nova Gorica ha iniziato ad essere punto di riferimento delle nuove tendenze del teatro di figura nazionale ed europeo.

“La nomina di Nova Gorica-Gorizia capitale europea della cultura 2025 - afferma il direttore artistico, Roberto Piaggio - ha solo rafforzato la nostra convinzione che questo territorio sia punto d’incontro per eccellenza fra culture diverse, ricco di humus artistico e allo stesso tempo molto ricettivo e sensibile alla multiculturalità e all’inclusività”.

È importante, quindi, far conoscere al pubblico la versatilità e le grandi potenzialità del teatro di figura che, nelle sue varie declinazioni e contaminazioni con altre forme artistiche, può essere ospitato su un grande palcoscenico o anche su un piccolo tavolino per poche persone.

“Questa edizione - prosegue Piaggio - ospiterà spettacoli emblematici che indicano nuove strade, nuovi approcci e che danno il segno di come si sta muovendo il panorama europeo del teatro di figura. Penso a teatri e artisti come Andrea Diaz Reboredo (Spagna), Claudio Montagna (Italia), Philippe Lefebvre (Francia) e la compagnia svizzera Trickster che propone performance dove gli spettatori diventano essi stessi protagonisti. Questo per citare solo alcuni degli artisti presenti al Festival che nei 15 giorni di programmazione proporrà ben 48 eventi, fra spettacoli e laboratori, con prime assolute e prime nazionali”.

L’Alpe Adria Puppet Festival entra nel cuore delle città ospitanti per riattivare un rapporto sinergico con il loro tessuto urbano, culturale e turistico. Nell’edizione 2022, nuova entrata fra i centri ospitanti, c’è Muggia, incantevole cittadina sul mare a due passi da Trieste, dove l’Alpe Adria Puppet Festival proporrà un intero fine settimana fra le calli del centro storico alla scoperta degli spettacoli proposti fra sabato 20 e domenica 21 agosto. Un’altra interessante novità, per le prospettive future che sottende, è   Scene Aperte la rete creata con altri due Festival che si terranno fra Gorizia e Nova Gorica nello stesso periodo: GOtropolis di Tnk Teatro - Nova Gorica, alla sua prima edizione, e Invisible/Cities e le sue contaminazioni digitali, con il quale il Puppet Festival ha già collaborato in passato.

Fwd: Invito conferenza stampa 50° Festival Mondiale del Folklore di Gorizia

 Ritorna il Festival Mondiale del Folklore a Gorizia e lo fa con un anniversario importante. Dal 25 al 28 agosto, infatti, andrà in scena l’edizione numero 50 della kermesse organizzata dall’Associazione culturale Etnos Odv, Pro Loco Gorizia e Amministrazione Comunale, che segna la ripartenza delle tradizionali serate folkloriche dopo la parentesi pandemica. Ad arricchire il programma saranno le collaborazione con la vicina Nova Gorica, nello spirito che ormai contraddistingue le due Gorizie in vista della Capitale europea della cultura 2025.


“Sono molto contento della dimensione transfrontaliera che il Festival sta assumendo da diversi anni a questa parte - il commento del Presidente di Etnos, Stefano Minniti - performando a cavallo del confine con diversi spettacoli anche a Nova Gorica, segno di unione delle due città. Arrivati al 50° anno, siamo sempre più vicini alla gente con numerosi spettacoli nel centro pedonale cittadino durante ogni giorno della manifestazione”. Questa sarà aperta Giovedì 25 Agosto alle 20.30 dal concerto dei FreeVoices, nella ritrovata location di Piazza Cesare Battisti.


Dopo l’esibizione musicale inaugurale, seguirà il saluto delle autorità e l’accensione del tradizionale tripode dell’amicizia. Nei giorni a seguire, il Folklore animerà ogni pomeriggio il centro città con piccole anteprime dei gruppi folkloristici presenti a Gorizia. 


Sabato il 46° Congresso sulle tradizioni popolari, ospitato nella sala Dora Bassi di via Garibaldi, avrà tema “Il ruolo del Festival per la conoscenza del patrimonio culturale immateriale”. Domenica 28 Agosto sarà una giornata piena di spettacolo: alle ore 10.00 presso la piazza Transalpina gli Sbandieratori di San Gemini si esibiranno sul piazzale della Transalpina con le bandiere europee insieme alla banda di Nova Gorica. Alle 11.00 esibizioni della banda di Nova Gorica e delle rappresentanze dei gruppi presso i giardini pubblici. 


Clou della giornata alle ore 17.30 con la 55^ Parata internazionale con partenza dal Parco della Rimembranza. L’intero programma sarà presentato Venerdì 12 Agosto alle 10.30, nel Parco del Municipio di Gorizia, alla presenza degli organizzatori e delle autorità. 


Fwd: Fiabe e leggende dal Giappone - Incontro per bambini e ragazzi

 



Giovedì 25 agosto 2022, ore 18.00
Mukashi mukashi… c’era una volta in Giappone
a cura di Michele Marolla e Mirjam Pahor 
(Associazione Yūdansha Kyōkai Iwama Aikidō di Trieste)

Esterno di Palazzo Coronini Cronberg
Via Coronini 1

Le fiabe e le leggende fanno da sempre parte della cultura più antica e profonda di ogni popolo e, proprio per la loro universalità unita però alla specificità di ogni cultura, sono facilmente comprese da tutti.
Attraverso l’interpretazione delle fiabe più note del Paese del Sol Levante e del racconto della sua storia attraverso la narrazione di leggende, Mirjam Pahor e Michele Marolla condurranno in un mondo fantastico che però spesso ha molto da insegnare a grandi e piccoli.


Incontro per bambini e ragazzi
Ingresso gratuito su prenotazione


Prenotazioni
Tel. 0481533485
Email: info@coronini.it

Fwd: COMUNICATO E FOTO. ASSESTAMENTO. BERNARDIS (LEGA): DA REGIONE 205.000 EURO PER VALORIZZARE ATTIVITÀ COMUNITÀ SLO IN ITALIA

 ASSESTAMENTO. BERNARDIS (LEGA): DA REGIONE 205.000 EURO PER VALORIZZARE ATTIVITÀ COMUNITÀ SLO IN ITALIA


“Per il potenziamento del servizio di doposcuola, delle attività estive per bambini e adolescenti che frequentano le scuole con lingua d’insegnamento slovena in Italia, in considerazione dei maggiori costi dovuti all’emergenza epidemiologica da COVID-19, per il 2022 l’Amministrazione regionale concede 35.000 euro all’Associazione Casa dello studente sloveno - Združenje slovenski dijaški dom “Srečko Kosovel” di Trieste; 30.000 euro all’Associazione Casa dello studente sloveno - Združenje slovenski dijaški dom “Simon Gregorčič” di Gorizia; 25.000 euro all’Associazione - Društvo Mladinski dom di Gorizia; 15.000 euro al Centro studi - Študijski center Melanie Klein di Trieste; 5.000 euro all’Associazione Sklad Mitja Čuk di Trieste; 5.000 euro all’Istituto per l’istruzione slovena - Zavod za slovensko izobraževanje di San Pietro al Natisone”.

Lo annuncia, in una nota, il consigliere regionale Diego Bernardis (Lega) che aggiunge: "Ai fini del potenziamento dell’offerta culturale e sportiva in favore degli appartenenti alla comunità linguistica slovena, per il 2022 l’Amministrazione regionale concede 10.000 euro all’Associazione - Društvo Kinoatelje di Gorizia; 10.000 euro al Circolo di cultura - Kulturno društvo Ivan Trinko di Cividale del Friuli; 15.000 euro all’Associazione - Združenje Kulturni dom di Gorizia; 5.000 euro all’Associazione - Društvo Topolò - Topoluove di Grimacco; 9.500 euro alla Polisportiva dilettantistica - Amatersko športno združenje Olympia di Gorizia; 9.500 euro al Circolo culturale cattolico sloveno - Slovensko katoliško prosvetno društvo Frančišek B. Sedej di San Floriano del Collio; 10.000 euro all’Associazione degli intellettuali sloveni - Društvo slovenskih izobražencev di Trieste; 9.000 euro all’Associazione dei cori parrocchiali - Zveza cerkvenih pevskih zborov (ZCPZ) di Trieste; 9.500 euro all’Associazione - Združenje Don Eugenio Blanchini di Cividale del Friuli”.

“L’associazione Slovenski taborniki v Italiji rod Modrega vala – continua Diego Bernardis - per l’acquisto di un automezzo adibito al trasporto di persone per lo svolgimento dell’attività istituzionale e al fine di rafforzare le attività dei bambini e degli adolescenti della comunità linguistica slovena nell’ambito dello scoutismo, potrà ricevere un finanziamento di 17.500 euro da parte della Regione”.

“Le domande per la concessione dei finanziamenti – continua la nota del Carroccio - corredate di una relazione illustrativa delle attività e di un preventivo delle uscite e delle entrate complessivamente previste, vanno presentate alla struttura regionale competente in materia di lingue minoritarie entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di Assestamento che abbiamo approvato la scorsa settimana in Consiglio regionale”.

“Questi importanti stanziamenti – conclude la nota stampa del consigliere regionale Diego Bernardis – sono la riprova della grande attenzione che l’Amministrazione regionale guidata da Massimiliano Fedriga ha per la comunità linguistica slovena che, assieme al Friulano e al Tedesco, è parte fondamentale per la specialità e l’autonomia riconosciuta al Friuli Venezia Giulia”.

martedì 9 agosto 2022

Fwd: COMUNICATO PRESIDENTE FPI FLAVIO D'AMBROSI: Da Rigoldi comincia l'annunciata rivoluzione.

 

           
COMUNICATO PRESIDENTE FPI FLAVIO D'AMBROSI: Da Rigoldi comincia l'annunciata rivoluzione.
        
Da Rigoldi comincia l'annunciata rivoluzione.Ancora una volta Rigoldi non ha deluso le aspettative. Match intenso, equilibrato, senza soste e tecnicamente gradevole anche agli occhi dei neofiti della nobile arte.

Siamo soddisfatti che il pugile italiano si sia imposto sul pugile belga e siamo ancora più soddisfatti che proprio con Luca Rigoldi parta la fase operativa del "progetto Pro" approvato all'unanimità dal Consiglio federale, nel mese di luglio u.s.

Vale la pena di rammentare che in virtù di tale progetto, il pugile riceverà un contributo federale sia per la preparazione effettuata nei mesi precedenti l'incontro nonché per la vittoria conseguita.

Allo stesso modo, la Federazione erogherà un contributo al tecnico che lo ha preparato ed alla società organizzatrice del titolo UE.

Finalmente, anche i migliori pugili Pro italiani - inseriti nel "Club Pro" redatto dalla competente commissione federale - saranno trattati al pari dei pugili Aob elite facenti parte della Squadra Azzurra, percependo diarie mensili nella fase di preparazione del titolo (UE, Campionato europeo e mondiale) e premi in caso di vittoria.

Peraltro, gli stessi pugili potranno fruire, sempre nei mesi precedenti al titolo, di un eventuale sostegno sanitario e fisioterapico, a carico della Fpi, l'ospitalità gratuita nel Centro federale di Assisi ed il pagamento per lo sparring partner.

Mi preme sottolineare, in ultimo, che la composizione del "Club Pro" verrà rivista ogni semestre con la possibilità di aggiungere nuovi pugili che nel frattempo abbiamo arricchito il loro palmares. Spero, quindi, che tale meccanismo sia anche di incentivo per i pugili Pro più giovani.

A proposito di giovani, tra pochi giorni inizieranno i Campionati europei schoolboys e schoolgirl. L'Italia sarà presente con ben 18 giovanissimi (9 uomini e 9 donne), cosa mai successa in passato e che fa parte di quel cambio di strategia - utile alla crescita futura e qualitativa del pugilato italiano - al cui centro si erige la necessaria ricerca e crescita del talento.

Non dimentichiamolo: il buon grano cresce su un terreno arato, seminato e ben curato!

Nonostante il mese vacanziero lo scrivente e la Fpi non si fermano come il movimento pugilistico italiano.

domenica 7 agosto 2022

Fwd: CS - Riaperto oggi il percorso di palude Vuarbis con il sostegno della Regione FVG, Cavazzo Carnico

 Riaperto questa mattina il percorso naturalistico di palude Vuarbis a Cavazzo Carnico. Grazie al sostegno della Regione FVG, sarà integrato nella APP di promozione turistica e territoriale.

La APP di sviluppo turistico è in via di realizzazione da
Rete Bike FVG -Cycletaurus.

Cavazzo Carnico (UD) Si è svolta questa mattina la riapertura ufficiale del percorso naturalistico del sito di Palude Vuarbis e della zona di accoglienza dei turisti di Baita Palude Vuarbis, che si trovano nel Comune di Cavazzo Carnico (UD), in un’ottica di valorizzazione territoriale del Friuli Venezia Giulia.

Erano presenti, tra le autorità, il Vicepresidente del consiglio regionale Stefano Mazzolini, i consiglieri FVG Luca Boschetti ed Edy Morandini, Daniele Martina per il consigliere regionale Emanuele Zanon, alcuni primi cittadini, come il Sindaco di Cavazzo Carnico Gianni Borghi e il Sindaco di Bordano Gianluigi Colomba, accanto a diversi assessori, quali Damiano Mammolo di Trasaghis, Franco Barritussio di Tarvisio, Mario Antonio Zamolo di Tolmezzo.

Dopo anni di abbandono, il percorso è stato reso accessibile e percorribile da un intervento di ripristino realizzato dalla Cooperativa Rete Bike FVG – Cycletaurus, grazie al sostegno della Regione FVG. Il percorso era stato ricoperto dalla vegetazione ed è rimasto impraticabile per molto tempo a causa della caduta degli alberi. Il sentiero costeggia la palude per una lunghezza di circa 3 km e vanta ben quattro punti di osservazione da cui poter ammirare da vicino la flora e la fauna che la palude conserva.

L’operazione di ripristino è parte di un più ampio piano di promozione turistica del territorio della Val del Lago che ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo del turismo e cicloturismo nel Friuli-Venezia Giulia, facendo rete assieme ad una serie di soggetti quali guide locali, strutture ricettive e realtà turisticheOltre alla struttura di ristoro Baita Palude Vaurbis, sono a gestione diretta Rete Bike FVG - Cycletaurus anche il Forte Corazzato Col Badin (bed & food) a Chiusaforte e la Casa Del Popolo (Ristocamere) a Prato Carnico.

Immersa nell'Ecomuseo della Val del Lago delle Prealpi Carniche, gestito dalla comunità montana del gemonese, ossia dai comuni di Cavazzo Carnico, Alesso e Bordano, Palude Vuarbis è una palude di origine glaciale abbracciata da due colline moreniche sotto la frazione di Cesclans di Cavazzo Carnico. E’ posta nel secondo dei tre terrazzi glaciali creati tra i depositi morenici, il terzo è il Lago di Cavazzo, il più grande del Friuli Venezia Giulia. Il sito di palude Vuarbis, che è parte integrante del percorso inaugurato oggi, sarà integrato all’interno della APP Cycletaurus, in via di realizzazione grazie al sostegno della Regione FVG, che permetterà ai cittadini ma soprattutto ai turisti di visualizzare in realtà aumentata la mappa dei percorsi del territorio, in un’ottica di promozione turistica regionale.

Baita Palude Vuarbis è il punto di ristoro per chi va alla scoperta della Valle e dei suoi dintorni, dove si possono gustare le specialità enogastronomiche del territorio. Oltre al ristorante, la struttura offre possibilità di alloggio e presto anche un punto di ricarica per le bici elettriche - Ha osservato Marco Maieron, gestore di Baita Palude Vuarbis e Presidente di Rete Bike FVG – Cycletaurus, che ha proseguito - Siamo lieti di contribuire alla valorizzazione di una realtà naturalistica di eccellenza come palude Vuarbis, località di notevole interesse per la flora, l’ittiofauna e l’avifauna. Grazie al progetto di ripristino portato avanti da Rete Bike FVG - Cycletaurus, abbiamo ripulito un sentiero didattico che era diventato impraticabile. Oggi è nuovamente fruibile e lo abbiamo restituito ufficialmente alla comunità, alla presenza della autorità territoriali che hanno sostenuto il progetto. Grazie al notevole interesse naturalistico che palude Vuarbis riveste, il sito è pronto per diventare meta turistica e cicloturistica riconosciuta del Friuli Venezia Giulia e sarà inserito anche nella APP Cycletaurus.”.

Ha concluso Maieron: “Il traguardo di oggi rappresenta il primo step di un progetto pluriennale che vuole ripensare in modo più strutturato i collegamenti tra i diversi punti di interesse della zona, come il forte del monte Festa e la ciclabile verso Pioverno/Venzone dal quale raggiungere poi il forte sul Col Badin che gestiamo direttamente come cooperativa Rete Bike FVG. In pratica vogliamo proporre ai turisti delle esperienze complete per vivere il territorio, per un giorno come per una settimana intera.”.